Giulietta Maditerraodivolo

Come creare un sito web di successo in pochi semplici passi. Testati.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email

Ok, siamo nel 2019, vorresti avere un tuo sito web o un blog ma ti chiedi: vale la pena aprire un blog oggi che tutti hanno i social?

La risposta è: assolutamente sì!

Un sito web si radica dei motori di ricerca e rimane lì (se non fate cavolate con la SEO, ma ci arriviamo dopo), mentre un post di Facebook o una bella foto di Instagram può fare anche un sacco di visualizzazioni o condivisioni ma poi si perde via nei feed e dopo pochi giorni finisce nel dimenticatoio.

Un sito web rimane fieramente saldo al motore di ricerca ed ogni volta che qualcuno cerca un argomento che voi trattate, vi può trovare facilmente anche dopo anni che avete pubblicato un articolo.

Un po’ di fatti miei.

Il mio primo blog è stato maditerraodivolo.com, nato nel 2012.

Esiste ancora ma nel 2012 iniziai su una di quelle piattaforme per costruire siti gratis che portano col tempo parecchie delusioni.

Dopo circa un anno decisi di crescere e di spostarlo per far le cose seriamente e da quel giorno (che fatica spostarlo, un trasloco di una casa mi avrebbe fatto meno male) iniziai ad innamorarmi della creazione di siti web. A oggi ho creato vari siti e se volete dare un occhio a un mio lavoro, fiondatevi ora sul sito di Club Champagne, di cui vado molto fiera ed è 100% frutto di tutto quello che ho imparato in questi anni.

Di seguito vi ho elencato i punti essenziali che dovete fare per creare un sito che vi dia grandi soddisfazioni. Seguite questi punti passo passo e preparatevi ad avere in mano lo strumento più potente (e anche meno caro, fidatevi perché ho testato queste cose per anni) per costruire il vostro sito dei sogni.

1. Crea il tuo dominio

La prima cosa che devi fare è creare un dominio, ovvero un indirizzo per il tuo sito web, per esempio www.miciogatto.com. Questo indirizzo si chiama appunto dominio. E’ essenziale per ogni sito web e la scelta del nome va fatta con cura, ti accompagnerà per molto tempo verso la tua strada per realizzare i sogni. Su dove creare il tuo dominio ci arriviamo tra un attimo.

2. Crea il tuo hosting

Una volta ottenuto un dominio, devi dargli una casa, uno spazio virtuale che lo contenga. Ovviamente è una spiegazione molto semplice. Quando si tratta di hosting, meglio non cedere alla tentazione di pagare hosting di serie B. Apparentemente sembrano convenienti, alla lunga però si rivelano un cattivo investimento in quando rallentano il sito web, e fanno pagare ogni extra come la creazione di email personalizzate ad esempio.

Ma dove si comprano queste cose? La soluzione migliore si chiama Siteground. Ho provato anche Go Daddy negli anni, ma personalmente lo trovo meno pratico.

Con Siteground acquisti dominio poi hosting.

A questo punto hai accesso al CPanel dove puoi crearti, tra le altre mille funzioni, tutte le email personalizzate che vuoi incluse nel prezzo.

Inoltre Siteground ha un’assistenza eccezionale. Se non riesci a risolvere un problema, ci penseranno loro nel giro di poche ore. 

3. Rendi il sito sicuro

Acquista un certificato SSL di sicurezza che darà protezione al tuo sito e ai suoi utenti. Il certificato SSL (se vuoi approfondire l’argomento dai un occhio qui) gli darà estensione https:// anziché http://. Oggi nessun motore di ricerca ama i siti non sicuri, pertanto se non lo acquisti non ti troveranno mai su Google e alcuni browser ti penalizzeranno di brutto.

4. Crea il tuo sito

Bene, ora hai un dominio ed un hosting, quindi diciamo un indirizzo e una casa. E’ ora di arredarla! La soluzione si chiama WordPress.com e lo potete installare direttamente dal vostro Control Panel in Siteground. Attenzione a non confondere wordpress.com con wordpress.org, che sono due cose totalmente diverse nonostante il nome.

Una volta installato WordPress avete in mano uno strumento estremamente potente per costruire il sito dei vostri sogni. Ma non è ancora finita!

5. Installa un tema

Per ogni sito WordPress serve un tema. Senza troppi indugi non andare a pagare temi già impostati ma scarica un tema gratuito e leggero. Deve essere leggero per non penalizzarti in futuro la SEO (cioè l’ottimizzazione per i motori di ricerca come Google).

Puoi installarti “Astra” per esempio, o se sei più audace il tema Hello che è totalmente vuoto per darti la possibilità di lavorare sulla grafica del tuo sito da zero (attenzione, fatelo solo se avete già idea di quali parti è composto un sito).

Per installare un tema entra della tua dashboard di WordPress, clicca su Appearence e poi su Themes. Una volta installato il tema, edita i settaggi di base come header e footer (che un domani potrai comunque farti su misura utilizzando un plug in, ma un passo alla volta).

6. Metti il turbo con Elementor

Vai a scaricarti il Plug In Elementor, che sarà il tuo fidato amico per costruire l’estetica del sito web.

Il sistema è semplicissimo perché utilizza il drag & drop, quindi in altre parole non dovrai utilizzare nessun codice (a meno che tu non voglia). Ci sono migliaia di tutorial online per Elementor e io sono una sua fan, tant’è che da tempo sono passata a PRO, costa poco e ha delle opzioni pazzesche (oltre a temi già settati su cui operare modifiche).

Ogni volta che crei una pagina, controlla cliccando l’icona del telefono anche al versione responsive, che oggi è quella più visitata dato che navighiamo tutti col cellulare.

7. Migliora il sito con i Plug In

Ora che l’estetica del sito è pronta e hai una home page e hai creato un post di prova, è ora di velocizzare ed indicizzare il tuo sito.

Personalmente uso principalmente questi Plug in:

SEOPress per la SEO

Autoptimize per velocizzare il sito

Cache Enabler, sempre per velocizzare

CDN Enabler (solo se avete un sito che vuole essere visto in tutto il mondo altrimenti non è indispensabile

Elementor PRO

Elementor Header Footer & Blocks (per creare header e footer con Elementor e far sparire qualsiasi cosa fatta col tema installato)

Fast Velocity Minify sempre per velocizzare

ShortPixel per alleggerire il peso delle immagini (cosa importantissima!)

7. Impara a fare SEO

Ora che il tuo sito è bello e veloce, è arrivato il momento di capire cosa ci fa la gente e come ti trovano!

Connetti il tuo sito a Google Search Console per indicizzarti, monitorare le parole chiave con cui trovano il tuo sito, controllare che sia mobile friendly, che la sitemaps sia letta da Google e altre cose che non puoi lasciare al caso.

Connetti Google Analytics per scoprire in tempo reale quante visite ricevi, da dove e per quanto tempo (più un sacco di altre cose).

Controlla la velocità del tuo sito e come migliorarla con Gmetrix o Google Speed Test.

Impara come utilizzare Seopress e non lasciare mai nulla al caso. La SEO non ha formule magiche, si impara giorno dopo giorno e ci si migliora dai propri errori.

Ti è piaciuto l’articolo?

Ora non ti resta che tirarti su le maniche e iniziare il tuo progetto che ti darà un sacco di soddisfazioni!

Prossimamente parlerò di sistemi per creare vendite su un sito web quindi tratterò di cose interessanti come i Funnel e le Landing page.

Se hai domande commenta qui sotto, sarò lieta di aiutarti!

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on whatsapp
WhatsApp

Copyright 2019 Giulietta Maditerraodivolo 

Condividi: